Ciclo di conferenze sul Vicino Oriente

Un ciclo di incontri per scoprire i grandi centri urbani dell’antichità del Vicino Oriente. Luoghi in cui sono avvenuti decisivi sviluppi della società umana, come la nascita della città e l’invenzione della scrittura. Luoghi che hanno visto il fondamentale incontro tra la civiltà orientale e quella occidentale. Uno straordinario patrimonio storico-archeologico di Siria e Iraq oggi in pericolo, sotto l’attacco della furia iconoclasta di Daesh.

La rassegna, dal titolo “Città e culture in Siria e Mesopotamia antica. Un patrimonio sotto attacco”, è organizzata dal Mudec, il Museo delle Culture di Milano, in collaborazione con l’Università IULM e l’Università degli Studi di Milano. Le conferenze, che avranno luogo nello Spazio delle Culture «Khaled al– Asaad» del Mudec, in via Tortona 56, saranno tenute da Luca Peyronel, professore di Archeologia e Storia dell’Arte del Vicino Oriente Antico all’Università IULM, e Maria Teresa Grassi, professore di Archeologia delle Province Romane presso l’Università degli Studi di Milano.

Si parte giovedì 18 febbraio, alle 18, con la presentazione del ciclo di conferenze; seguiranno gli incontri di giovedì 25 febbraio (sempre alle 18) con un focus su Ebla e Mari; giovedì 3 marzo (alle 18) si parlerà di Palmira e Apamea, mentre giovedì 10 marzo e giovedì 17 marzo si terranno gli ultimi due appuntamenti (sempre alle 18) in cui si parlerà rispettivamente di Nimrud e Assur e di Dura Europos e Hatra.

Clicca qui per scaricare la locandina con la presentazione dettagliata del ciclo di conferenze. L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti.

Annunci