Abisso Mediterraneo – Pietà l’è morta

 

Il New MADE Ensemble presenta a Milano in prima assoluta

l’opera della compositrice Rossella Spinosa

Abisso Mediterraneo – Pietà l’è morta

Martedì 25 luglio 2017, ore 21

Milano, Teatro Franco Parenti – Sala A

Ingresso libero fino a esaurimento posti

 

Abisso Mediterraneo vuole rendersi momento di riflessione sull’integrazione, sulla violenza, sul potere, sul senso dell’umanità. Un giornalista racconta la quotidianità degli sbarchi, in un’atmosfera realistica e surreale insieme, in cui Rossella Spinosa ha ricercato l’eredità dei classici per delineare un percorso in grado di invertire l’ordinario rapporto tra narrazione e astrazione in una formula drammaturgica che mescolerà più dimensioni, la danza, il canto, il teatro, la multimedialità, la coralità dell’azione scenica e musicale. La danza raccoglierà i resti dei corpi, la musica ne racconterà le storie.

La mitologia, con i mostruosi Scilla e Cariddi, Anfitrite dea del mare, Emyras traghettatore di morte, si mescola con la notizia di oggi, con il richiamo dell’attualità, della tolleranza/intolleranza, della paura e dell’ardita aggressione, in una narrazione senza filtri, che delinea il tradimento d’oggi, attraverso la figura giornalistica di Allan.

Con l’autrice hanno collaborato Geppino Materazzi, profondo conoscitore delle culture del mondo, e Pap Khouma, scrittore poliedrico e visionario.

I concerti del New MADE Ensemble, promossi dal Centro Musica Contemporanea nell’ambito del progetto SIAE-Classici di Oggi, sono realizzati con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Milano.

 

abisso-2017

Ultimo titolo in cartellone nella stagione milanese del New MADE Ensemble dedicata al variopinto scenario dell’opera da camera contemporanea è Abisso Mediterraneo – Pietà l’è morta, commissione alla compositrice Rossella Spinosa in prima esecuzione assoluta, su un libretto di Geppino Materazzi e Pap Khouma, adattamento dei testi di Rossella Spinosa e la coreografia di Akueson Adotey Dotcha

In scena il prossimo martedì 25 luglio alle 21 presso il Teatro Franco Parenti, Sala A (ingresso libero fino a esaurimento posti), il New MADE Ensemble con il mezzosoprano Paola Cacciatori e il baritono Allan Rizzetti, sarà diretto come sempre da Alessandro Calcagnile; il cast sarà arricchito anche dalla presenza del danzatore africano Akueson Adotey Dotcha e dalla partecipazione straordinaria del Coro della Cappella Musicale del Duomo di Milano.

Spiega come abbia affrontato l’operazione la compositrice Rossella Spinosa: “Abisso Mediterraneo vuole rendersi momento di riflessione sull’integrazione, sulla violenza, sul potere, sul senso dell’umanità. Un giornalista racconta la quotidianità degli sbarchi, in un’atmosfera realistica e surreale insieme, in cui ho ricercato l’eredità dei classici per delineare un percorso in grado di invertire l’ordinario rapporto tra narrazione e astrazione in una formula drammaturgica che mescolerà più dimensioni, la danza, il canto, il teatro, la multimedialità, la coralità dell’azione scenica e musicale. La danza raccoglierà i resti dei corpi, la musica ne racconterà le storie, per un teatro d’oggi in cui ho cercato di seguire il testo, riplasmandolo, assecondandolo, ma anche contrastandolo, inseguendo il flusso drammaturgico della parola stessa. La mitologia, con i mostruosi Scilla e Cariddi, Anfitrite dea del mare, Emyras traghettatore di morte, si mescola con la notizia di oggi, con il richiamo dell’attualità, della tolleranza/intolleranza, della paura e dell’ardita aggressione, in una narrazione senza filtri, che delinea il tradimento d’oggi, attraverso la figura giornalistica di Allan.

Son stata felice di lavorare con Geppino Materazzi, profondo conoscitore delle culture del mondo, e con Pap Khouma, scrittore poliedrico e visionario. Con ambedue ho avuto modo di conoscere profondamente la realtà vera dei migranti e di intervenire sul testo con consapevolezza. Con Dotcha ho compreso l’importanza della pulsazione del ritmo delle origini per l’espressione più profonda della natura umana e ciò ha rappresentato stimolo alla creazione dell’opera stessa. La partecipazione, poi, del Coro della Cappella Musicale del Duomo di Milano è stata il tassello mancante per questo lavoro che voleva sin dall’inizio essere per me la spinta alla ricerca di un linguaggio prismatico, dove la tradizione riuscisse a mischiarsi senza cesure, senza fratture, con l’oggi.

Il confronto poi con i cantanti Paola Cacciatori e Allan Rizzetti, nonché con il direttore Alessandro Calcagnile e il New MADE Ensemble, mi hanno consentito di cesellare l’atmosfera ricercata nell’idea più intima dell’intera opera”.

Per info: http://www.centromusicacontemporanea.it/?p=471

 

New MADE Ensemble

Il NEW MADE (NEW Music And Drama Ensemble) è l’ensemble in residence del Centro Musica Contemporanea di Milano. Il NEW MADE si è esibito nei Festival e nelle Stagioni concertistiche delle principali città italiane, nonché in tournée in Europa, Giappone e Sud America, realizzando prime esecuzioni assolute di Roberto Andreoni, Luis Bacalov, Giorgio Colombo Taccani, Ivan Fedele, Federico Gardella, Giacomo Manzoni, Andrea Portera, Alessandro Solbiati e molti altri. Sono repertorio dell’ensemble le maggiori composizioni cameristiche del Novecento, come il Pierrot Lunaire di Arnold Schoenberg e “Le Marteau sans maître” di Pierre Boulez, ma anche opere di teatro musicale quali “L’Imbalsamatore” di Giorgio Battistelli, il melologo “Gilda, mia Gilda” di Michele dall’Ongaro, opere da camera di Fabrizio De Rossi Re, Carla Magnan, Carla Rebora, Roberta Vacca. L’ensemble ha sviluppato progetti in collaborazione con i principali enti italiani per la musica contemporanea (Suvini Zerboni, Rai Trade, Ricordi, Conservatorio di Milano) e realizzato diverse registrazioni discografiche. Il New MADE Ensemble è stato selezionato nel 2015 dalla Società Italiana degli Autori ed Editori tra le maggiori istituzioni musicali italiane, per un progetto speciale dedicato alla musica contemporanea denominato « SIAE Classici di Oggi ». In virtù della stretta sinergia con il Centro Musica Contemporanea, il NEW MADE Ensemble registra e pubblica i propri progetti per la Collana discografica del Centro Musica Contemporanea ARCHIVI DEL XXI° SECOLO. Tra le prossime pubblicazioni un doppio disco con musiche di Luca Antignani, Giorgio Colombo Taccani, Pasquale Corrado, Federico Gardella, Riccardo Panfili, Valerio Sannicandro per l’etichetta EMA Records.

ROSSELLA SPINOSA

Si diploma giovanissima in pianoforte, clavicembalo, composizione e, negli stessi anni, si laurea con lode e plauso accademico in legge e in Musicologia. Rossella suona in alcune delle sale più importanti italiane ed estere come Sala Santa Cecilia del Parco della Musica di Roma, Teatro degli Arcimboldi di Milano, Auditorium di Milano, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Ponchielli di Cremona, Carnegie Hall di New York, Sala Bartòk della Hindemith Foundation, Cohen Studio Theather dell’Università di Cincinnati, Palazzo Belosseji-Belorzsky di San Pietroburgo, Italian Bunka Kaikan di Tokyo, Auditorium del Conservatorio “M.De Falla” di Buenos Aires, Auditorium dell’Università della Musica di Montevideo, Ceramic Palace Hall di Seul (Corea) etc., collaborando con compositori di prestigio (tra i quali, Paolo Castaldi, Luis De Pablo, Ivan Fedele, Giacomo Manzoni, Bernhard Lang, Misato Mochizuchi, Luis Bacalov, etc.) ed eseguendo molte opere nuove a lei stessa dedicate, in Europa, Canada, Stati Uniti, Russia, Sud America, Corea e Giappone. A partire da ottobre 2009 – occasione in cui ha eseguito in prima mondiale la “Baires 1 Suite” per due pianoforti di Luis Bacalov, in duo pianistico con lo stesso Premio Oscar – si è avviata altresì una forma di collaborazione stabile con il compositore argentino. Scrive opere da camera, per orchestra, per la lirica ed il teatro che le sono commissionate ed eseguite da Orchestra da Camera di Lugano, Orchestra da Camera Fiorentina, Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, Kyev Camerata, Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele di Messina, Seoul Orchestra, Orchestra da Camera “I Solisti Lombardi”, Dedalo Ensemble, Fiesole Laborintus Ensemble, Ensemble Risognanze, New Made Ensemble etc. Si segnala la commissione di Fondazione Amadeus per il 150mo dell’Unità d’Italia con la composizione di un lavoro per violino e pianoforte, inserito nel Progetto discografico pubblicato con la Rivista AMADEUS in Dicembre 2011. Sonorizza oltre 80 pellicole di Cinema Muto, che registrano grande riscontro di pubblico e di critica. Suoi lavori sono editi dalle case editrici Suvini Zerboni, ArsPublica e Sconfinarte e sono trasmessi da Radio3, Lifegate, Radio Popolare, Circuito Marconi ecc. Incide, infine, come pianista, per AMADEUS, BookStore Teatro alla Scala, AliaMusica Records, Archivi del XXI Secolo e Stradivarius. Lavora con Ottavia Piccolo, Moni Ovadia, Paolo Rossi, il Duo Pali&Dispari, Teresa Mannino, in performance live. Scrive articoli per riviste di settore ed è responsabile della Rubrica CONTEMPORANEA della Rivista Amadeusonline. Nel Dicembre 2013 viene insignita della Medaglia PRO CULTURA HUNGARIA, a firma del Ministro della Cultura ungherese, per la promozione della musica ungherese nel mondo. E’ docente presso il Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo e presso Enti e istituzioni italiane e straniere per la composizione.

Annunci