Archivi categoria: Conferenze

Le donne della diaspora

IL RUOLO DELLA DONNA NELLA DIASPORA AFRICANA NEI TERRITORI AMERICANI. COSTRUZIONE DELL’IDENTITÀ. TESTIMONIANZE A MILANO.

Mercoledì 13 Luglio 2016 ore 18.00 – 19.30
MUDEC
Spazio delle Culture Khaled al-As’ad

In occasione della mostra “CUBA. Tatuare la Storia” curata da Diego Sileo e Giacomo Zaza al PAC Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano dal 5 Luglio al 12 Settembre 2016.
Conferenza-dibattito promossa da Associazione Culturale Cubeart, e con la partecipazione del Forum della Città Mondo.

Le donne della diaspora sono sempre state le custodi delle tradizioni e della cultura della propria comunità d’origine ma hanno avuto anche la capacità e il coraggio di piantare radici profonde nella nuova terra e di germinare visioni e linguaggi innovativi e originali. In questo evento presentato nello spazio del Forum Città Mondo presentiamo le storie di grande fascino di donne africane e latino-americane ora impegnate promotrici della nuova Milano internazionale.
L’incontro prende spunto da alcune artiste selezionate per la mostra al PAC, la più ampia collettiva sull’arte cubana realizzata da una istituzione pubblica.

Intervengono: Renata Mezenovsa (attrice, cantante) -Cuba; Alicia Erazo (Giornalista, attivista) – Ecuador; Betty Gilmore (artista, scrittrice, cantante) – USA; Consuelo Hernàndez, (Gallerista) -Venezuela ; Ainon Maricos (ex consigliere comunale) – EritreaSi ringrazia: Comune di Milano, Assessorato alla Cultura, Filippo del Corno, Giulia Amato, Domenico Piraina, Anna Maria Maggiore, Museo delle Culture MUDEC, Padiglione d’Arte Contemporanea PAC, Associazione Culturale Cubeart; Forum Città Mondo, Associazione Città Mondo; Bianca Aravecchia, Maria Elena Santomauro, Iolanda Ratti, Diego Sileo, Giacomo Zaza, Antonio Leone, Dava Gjoka, Besmir Rrjolli, Geppino Matterazzi, Carmen Covito, Nené Ribeiro, Carolina Ramirez, Ana Pedroso, Alma Ramos, Tavolo Mudec Museo delle Culture, Tavolo delle Donne, le relatrici e artiste partecipanti, l’artista Susana Pilar Delahante Matienzo, e tutte le persone che hanno reso possibile questa manifestazione.

Susana Mudec
www.pacmilano.it/exhibitions/cuba-tatuare-la-storia/

Immagine
Susana Pilar Delahante Matienzo
El tanque 2016
performance @ PAC Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano
photo Annamaria La Mastra — presso PAC Padiglione d’Arte Contemporanea.

CUBA_Carlos-Martiel_Cover

Pedagogia e Intercultura #2

Giovedì 30 Giugno ore 18.30
MUDEC- Museo delle Culture- Via Tortona 56

Pedagogia e Intercultura.
Evoluzioni su un caso studio: il progetto “Seconda generazione. Identità in evoluzione”

Progetto promosso da Ciridì Associazione tra artisti, in collaborazione con Arte del sé e Cattedra di pedagogia interculturale dell’Università Bicocca.

A Gennaio è stato presentato al Mudec il primo anno di intervento del progetto “Seconda generazione. Identità in evoluzione”. Questo secondo appuntamento approfondirà l’evoluzione delle azioni durante il secondo anno di lavoro, con un focus sugli interventi legati ai racconti in lingua madre e ai corsi di formazione aperti alla cittadinanza su un approccio interculturale in campo pedagogico. Verrà inoltre aperto il confronto con un’altra esperienza territoriale nella città di Torino, grazie alla partecipazione dell’associazione Psicologi nel mondo.

Relatori:
L’importanza di un sistema di rete tra i soggetti che operano sul territorio in un percorso di pedagogia interculturale
Geppino Materazzi- ufficio intercultura Arci Milano

Le migrazioni forzate. La dimensione psicologica
Associazione Psicologi nel Mondo – Torino.

Diverso da me? Riconoscersi nella differenza con l’altro
Laura Pomari- psicomotricista, formatrice

Racconti in lingua madre
Vaninka Riccardi- operatrice teatrale, formatrice
Roberta Villa- operatrice teatrale, formatrice

Nollywood

Conferenza : “L’Immaginario dell’invisibile nel cinema-video di Nollywood – Nigeria”

mercoledì 22 giugno 2016 ore 17.30 – 19.30

Spazio delle Culture

a cura di Arci Milano

Il Cinema-Video Nollywood sviluppatosi in Nigeria, rappresenta un fenomeno importante della produzione cinematografica, seconda al mondo, e per gli spaccati che offre delle grandi metropoli africane e della crisi culturale ed economica che le attraversa . Nelle storie si rivelano le ambiguità, le paure e gli incubi dell’essere umano alle prese con i cambiamenti sociali ed economici e l’insicurezza latente della società contemporanea africana, dove interagiscono conflitti radicali di potere in una società che ancora mantiene potenti immaginari delle ritualità ancestrali.

Con Simona Cella e Gigi Pezzoli.

Nollywood

Ciclo di conferenze sul Vicino Oriente

Un ciclo di incontri per scoprire i grandi centri urbani dell’antichità del Vicino Oriente. Luoghi in cui sono avvenuti decisivi sviluppi della società umana, come la nascita della città e l’invenzione della scrittura. Luoghi che hanno visto il fondamentale incontro tra la civiltà orientale e quella occidentale. Uno straordinario patrimonio storico-archeologico di Siria e Iraq oggi in pericolo, sotto l’attacco della furia iconoclasta di Daesh.

La rassegna, dal titolo “Città e culture in Siria e Mesopotamia antica. Un patrimonio sotto attacco”, è organizzata dal Mudec, il Museo delle Culture di Milano, in collaborazione con l’Università IULM e l’Università degli Studi di Milano. Le conferenze, che avranno luogo nello Spazio delle Culture «Khaled al– Asaad» del Mudec, in via Tortona 56, saranno tenute da Luca Peyronel, professore di Archeologia e Storia dell’Arte del Vicino Oriente Antico all’Università IULM, e Maria Teresa Grassi, professore di Archeologia delle Province Romane presso l’Università degli Studi di Milano.

Si parte giovedì 18 febbraio, alle 18, con la presentazione del ciclo di conferenze; seguiranno gli incontri di giovedì 25 febbraio (sempre alle 18) con un focus su Ebla e Mari; giovedì 3 marzo (alle 18) si parlerà di Palmira e Apamea, mentre giovedì 10 marzo e giovedì 17 marzo si terranno gli ultimi due appuntamenti (sempre alle 18) in cui si parlerà rispettivamente di Nimrud e Assur e di Dura Europos e Hatra.

Clicca qui per scaricare la locandina con la presentazione dettagliata del ciclo di conferenze. L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti.